Palline antistress. Un gioco rilassante

Con i loro colori variopinti e vivaci, palloni e palloncini affascinano da sempre i più piccoli. Ecco un’idea per trascorrere del tempo con i nostri bambini, creando qualcosa che potrebbe tornare utile anche a noi.
24 Febbraio 2010 | di

Inserite l’imbuto nel palloncino e versate, poco a poco, il materiale scelto per riempirlo. Potete usare sabbia o farina di mais, riso o pastina minuta; ne basta poco più di un bicchiere e potete riciclare eventuali rimanenze scadute. Prestate attenzione a non ostruire il collo dell’imbuto versandone rapidamente una quantità eccessiva.

Riempite il palloncino muovendolo ogni tanto in modo che il contenuto si distribuisca al suo interno. Le palline devono stare comodamente nelle mani dei bambini, le dimensioni variano dai 4 ai 7 centimetri circa, perciò non riem­pitele troppo. Chiudete, infine, il palloncino con un nodo molto stretto.

Ora possiamo modellare la pallina facendole assumere le forme più curiose. Lavorandola e plasmandola riusciremo a far apparire un pulcino, una rana, una faccia buffa o altri simpatici oggetti.

Per caratterizzare e completare le figure, occhi, zampe e bocca sono tracciati con un pennarello indelebile o direttamente ritagliati e colorati su etichette o feltrini adesivi. Un’ultima accortezza: i palloncini sono di plastica e si possono rompere, fate attenzione a come sono maneggiati soprattutto dai bimbi più piccoli, perché, in caso di rottura, questi non ne ingeriscano il contenuto.

Materiali

- Palloncini colorati

- Ripieno: sabbia o farina

- Imbuto

- (Matita o uncinetto grosso per spingere la farina)

- Etichette adesive

- Pennarello indelebile

- Forbici

- Avanzi di lana o piume

Data di aggiornamento: 26 Giugno 2017