Posada, borgo del buon riposo

Sorto sulle ceneri di una colonia cartaginese, è uno dei centri più antichi e interessanti della Sardegna.
03 Luglio 2018 | di

È sicuramente uno dei borghi medievali più suggestivi della Sardegna. Posada, situato sulla costa orientale dell’isola, in provincia di Nuoro, sorge sulle pendici di un colle calcareo.

Il nome, secondo gli storici, deriverebbe dal verbo latino «pausare», riposare, fermarsi. Sulla sua sommità il torrione, detto «Casteddu de sa Fae’», Castello della Fava, è attorniato da un’imponente cinta muraria di forma quadrangolare. La leggenda narra che gli abitanti del luogo, assediati dai turchi, abbiano dato a un piccione l’ultima fava delle derrate alimentari.

Il borgo, sorto sulle ceneri di una colonia cartaginese, detta Feronia, è uno dei centri più antichi dell’isola (V-IV secolo a.C.). Non ci sono date certe sulla costruzione della fortificazione, ma si ipotizza che nel XIII secolo il castello fosse già stato eretto: costrui­to dai giudici di Gallura poco prima del 1200, fu conquistato da quelli di Arborea e poi dalla Corona aragonese.

Incantevole lo scenario: l’ampio panorama spazia sul mare e sulla verde pianura circostante. Consigliata la passeggiata attraverso gli stretti e colorati vicoli del paese, il quale oggi si presenta come un labirinto di pietra, formato da ripide scalinate, archi e piccole piazze.

Tra i vari edifici medievali che compongono il borgo e rendono piacevole la visita di Posada, merita una sosta la chiesa di Sant’Antonio Abate, patrono del paese, risalente al 1324 e ricostruita nel ’600. Durante i festeggiamenti in onore del santo, vengono innalzati enormi falò e organizzate suggestive processioni. Altro vanto del luogo è la tradizione culinaria, legata a gusti e sapori tramandati nel tempo. Tra i piatti tipici, S’Aranzada, dolce che si rifà a un’antica ricetta a base di scorza d’arancia, miele e mandorle.

A valle dell’antico borgo si estendono le spiagge di San Giovanni, località immersa nel verde di una pineta, e di Su Tiriarzu: una lunga striscia di rena bianca di fronte a un mare cristallino. È il posto ideale per chi desidera trascorrere un periodo di riposo in un ambiente straordinario e rilassante.

Un paesaggio dalle stupende attrazioni naturalistiche, che da diversi anni si guadagna il prestigioso riconoscimento delle cinque Vele di Legambiente, grazie alla cura posta dall’uomo a tutela dell’ambiente. Info: ufficio turistico Posada (c/o CEAS Casa delle Dame) tel. 0784 1949588; e-mail: ceasposada@tiscali.it

Data di aggiornamento: 03 Luglio 2018

Articoli Consigliati

Invece di fare i compiti

30 Luglio 2017 | di
Luisa Santinello
Lascia un commento che verrà pubblicato