Grottammare, balcone sull’Adriatico

Mare cristallino e un borgo antico tra i più belli d'Italia: alla scoperta della perla dell'Adriatico, in provincia di Ascoli Piceno.
29 Luglio 2021 | di

Se vi piace il mare, ma non siete solo tipi da spiaggia, Grottammare (AP), comune adagiato sul litorale marchigiano, fa al caso vostro. Un mare cristallino, su cui sfila la città nuova ma anche una serie di ville di pregio in stile liberty, fa da contrappunto a un centro storico medievale (tra i «Borghi più belli d’Italia»), di rara bellezza, incastonato sulla collina sovrastante, a picco sul mare. Dalla costa, lo si può raggiungere con un trenino e la visita è di sicuro incanto. Strette viuzze, che incorniciano pezzi di mare, si riversano in piazza Peretti (dedicata al Pontefice grottammarese), cuore del paese alto, dalle cui logge si gode un panorama mozzafiato.

Tra gli edifici di pregio, Palazzo Laureati che ospitò l’incontro tra Vittorio Emanuele e la delegazione di Napoli venuta a chiedere al re di assumere la sovranità della città; Villa Azzolino, commissionata dall’omonimo cardinale nel XVII secolo; la chiesa di Sant’Agostino di origine cinquecentesca e la chiesa di San Giovanni, che oggi ospita il museo Sistino di Grottammare. Altro museo importante è quello dedicato a un altro grande grottammarese, l’artista Pericle Fazzini, conosciuto ai più per l’imponente scultura del Cristo risorto in sala Nervi in Vaticano.

Nella parte più alta del paese, le antiche rovine del castello sono un altro luogo di fascino, mentre il parco che lambisce ciò che resta delle antiche mura offre l’ultimo grande affaccio sulla vastità del mare. A Grottammare domina la cucina di pesce, soprattutto negli chalet in riva al mare, accessibile a prezzi spesso contenuti.

Prova la versione digitale del «Messaggero di sant'Antonio»! 

Data di aggiornamento: 29 Luglio 2021
Lascia un commento