avventura

Il giardino segreto

È disponibile da qualche mese su Amazon Prime la più recente versione cinematografica del Giardino segreto, il romanzo più bello, aspro e sfaccettato di Frances Hodgson Burnett: una forte dimensione magica, la faccetta intelligente di Dixie Egericx nel ruolo di Mary e la partecipazione di Colin Firth, zio malinconico, la brughiera nuda e lo slancio della natura che vince tutto.

leggi tutto
La polvere del mondo

Probabilmente perché in questa «vicevita», giusto per prendere a prestito il titolo di un altro libro di viaggi, a cui siamo stati seppur momentaneamente costretti a vivere, più o meno rinchiusi in casa, dotati dell’ormai famosa «autocertificazione» – moderno lasciapassare che però ai suoi tempi apriva ben altri confini – pur di uscire dal proprio comune, fatto sta che i libri di viaggio sono come i famosi «profumi» per far rinsavire le persone svenute. Questo di cui stiamo parlando, poi, è un signor libro di viaggio.

leggi tutto

Come ci confermano le recenti notizie di code formatesi sull'Everest, l'alpinismo in Nepal è un'attività in espansione. Ma senza l'aiuto degli sherpa sarebbe impossibile...

05 Giugno 2019 | di
Noi Due

Può un libro concepire due gemelli prima di mamma e papà? Stando a Noi due, l’ultimo romanzo di Giovanna Zucca, la poliedrica scrittrice di Mani Calde e Assassinio all’Ikea, sembra proprio di sì. Gabriele e Michele stanno già insieme quando sono solo due spermatozoi, in lotta con una miriade di loro simili, alla conquista, per la verità molto poco consapevole, dell’ovocita che li porterà all’esistenza. Il primo è agile, incline all’azione, spregiudicato, il secondo è lamentoso, pigro e votato alla filosofia.

leggi tutto

Giusto sette secoli fa, il beato friulano partiva da Venezia destinazione Cina. A distanza di 700 anni, rimane intatto il fascino della relazione di viaggio che egli offrì all’Occidente, e che in controluce parla anche della sua santità.

23 Agosto 2018 | di

Il film «Miss Peregrine» impegna la nostra identificazione empatica verso uno stuolo di eccentriche creature. La pellicola fa sorridere, spaventa e commuove. Ma soprattutto non pone barriere alla nostra gioia di vivere.

01 Febbraio 2017 | di

Pagine