Cristianesimo

Lettera alla Costituzione

Da qualche settimana è giunta in libreria (pubblicata dalle Edizioni Dehoniane, EDB) una Lettera alla Costituzione firmata dal presidente della Cei, cardinale Matteo Zuppi. Nel volume anche l’ultima lezione di Valerio Onida – costituzionalista di chiara fama ed ex presidente della Corte costituzionale, deceduto pochi mesi fa – tenuta nell’aprile del 2021 all’Università di Bologna, cui aveva preso parte anche lo stesso cardinale Zuppi, e una postfazione di un altro insigne giurista, Pierluigi Consorti.

leggi tutto
Juan Gerardi

Torna in libreria Anselmo Palini, con un interessante volume su una figura di grande spessore della recente storia del cristianesimo: il vescovo Juan Gerardi. Monsignor Gerardi nasce a Città del Guatemala nel 1922, da Manuel Benuito Gerardi e Laura Conedera Polanco, entrambi di origine italiana. E viene ucciso il 26 aprile del 1998, sempre a Città del Guatemala, da un commando legato alle forze militari del Paese, a causa del suo impegno per il riconoscimento dei diritti della popolazione guatemalteca.

leggi tutto

Vent'anni di Charta Œcumenica

Il cristianesimo non esiste ancora

Un libro certamente non per tutti, scritto da un filosofo e teologo domenicano francese, che è un’accoppiata di caratteristiche che non promette niente di scontato. Ma lo sforzo di lettura vale, almeno come provocazione per il nostro pensiero e le nostre supposte sicurezze religiose. Perché, cristiani si diventa o si è? Ma in realtà «non eravamo» ormai? Lo diceva già Tertulliano nel II secolo: «Cristiani non si nasce ma si diventa», lo scriveva Søren Kierkegaard nella prima metà del XIX secolo, autore molto citato in questo libro.

leggi tutto

Tornare (o andare) oggi all’economia di Francesco significa prendere sul serio l’«agape», l'amore disinteressato. La sua fraternità è l’incontro di due o più «agape». 

28 Ottobre 2020 | di
Storie bibliche

Il nome di Johann Peter Hebel, svizzero di Basilea, morto nel 1826, appartenente convinto alla Chiesa luterana, sebbene altrettanto convinto che si potesse andare d’accordo con chiunque, prolifico scrittore con interessi catechistici o, diremmo oggi, pastorali, probabilmente non ci dice granché.

leggi tutto

Pagine