10 Gennaio 2024

La ricetta della vocazione francescana

Niente di serio. Solo un gioco per immaginare come potrebbe essere la ricetta della vocazione francescana. E voi, avete tutti gli ingredienti pronti?
La Ricetta della vocazione francescana

Ingredienti

1 dose di povertà
200 g. di amore verso Dio
200 g. di amore verso il prossimo
3 tazze di fraternità universale
1 spruzzata di umiltà
1 tocco di perdono

Preparazione

Prendi una dose di povertà e mettila al centro del tuo cuore. Rinuncia all’attaccamento alle ricchezze materiali e alla vanità.
Aggiungi ora 200 g. di amore verso Dio. Nutri la tua relazione con Lui, dedicando tempo alla preghiera, in particolare agitando con la frusta del Vangelo, ogni giorno. Unisci 200 g. di amore verso il prossimo e amalgama tutto per bene. Sii compassionevole, generoso e disponibile ad aiutare gli altri senza aspettarti nulla in cambio. Attenzione perché in questa fase potrebbero formarsi dei grumi: quelli rendono l’impasto meno digeribile e un po’ spigoloso, quindi quando li vedi spuntare cerca di scioglierli affidandoli a Dio e aprendoti agli altri. Versa adesso le 3 tazze di fraternità universale. Riconosci che tutti gli esseri umani sono tuoi fratelli e sorelle, indipendentemente dalla loro origine, religione o status sociale. Aggiungi una spruzzata di umiltà. Accetta i tuoi limiti e riconosci che tutto ciò che hai è un dono da Dio. Questo ti permetterà di dare sempre il meglio di te, senza dover difendere nulla.

Infine, aggiungi un tocco di perdono. Sii pronto a perdonare gli altri e a chiedere perdono quando necessario, mantenendo un cuore aperto e libero da rancore. Questo permetterà all’aroma della povertà di esprimersi al massimo. Cuoci il tutto nella fiamma dell’amore divino, lasciando che gli ingredienti si mescolino e si amalgamino per formare una buona vocazione francescana, offerta per il Signore, per la Chiesa e per gli uomini. Attenzione a tirarla fuori dal forno al momento giusto: non troppo presto perché non sia cruda e difficile da digerire, non troppo tardi perché non sia bruciata e ormai immangiabile, ma sempre al momento giusto, quello in cui si devono raccogliere i frutti maturi!

Servizio

Servi la tua vocazione francescana calda e fragrante, con umiltà, gioia e impegno. Lascia che sia una testimonianza di amore, fraternità e servizio verso il mondo.

fra Nico – franico@vocazionefrancescana.org

Puoi leggere questo e molti altri articoli sui frati nel blog Vocazione Francescana.
Prova la versione digitale del «Messaggero di sant'Antonio»! 

Data di aggiornamento: 16 Gennaio 2024

Articoli Consigliati

Umiltà

06 Gennaio 2024 | di
Sabina Fadel

1 comments

10 Gennaio 2024
Cari frati : sono una lettrice di vostro editori.ale mi piace di piú sempre ingegnoso spiritoso ma soprattutto molto profondo il modo de trasmettere il messaggio . Quando posso tutto questo li condivido con famiglia e amici in modo di diffondere il Vangelo. Scrivo dal lontano Montevideo . Grazie per la possibilitá di comunicazione . Affettuoso saluto e arrivederci.
Elimina
di ANA MARIA

Lascia un commento che verrà pubblicato