Lettere al direttore

«Gentile direttore, sono abbonato da lungo tempo, o meglio, il “Messaggero” è sempre stato un giornale di casa che ci siamo tramandati di padre in figlio. Ora il padre sono io, anzi ormai quasi il nonno, almeno per l’anagrafe...

12 Febbraio 2017 | di

Se è vero che la malattia ci fa sentire soli, oltre che fragili, in quel frangente siamo «soli con te», con Dio. È l’esperienza di santa Chiara, e di tante persone toccate dalla sofferenza.

28 Gennaio 2017 | di

Un lettore chiede meno polemiche e più spirito di collaborazione. In tutti gli ambiti della società.

13 Dicembre 2016 | di

I mezzi di comunicazione propongono quello che noi stessi, spesso, da loro ci aspettiamo: morti, violenza, scandali. Cominciamo a chiedere anche notizie «belle e buone», che ci facciano crescere umanamente. Insomma, una informazione corretta e completa.

23 Novembre 2016 | di

«Gentile direttore, mi rivolgo a voi del “Messaggero” perché apprezzo la sensibilità antoniana e francescana con cui affrontate tanti temi attuali.

09 Maggio 2016 | di

«Ci vuole molto coraggio per accettare la giornata delle moltitudini di sofferenze. Il tuo sguardo tra le sbarre della cella che ti “ospita” smarrito si sfuoca, già stanco, dentro di te. Da subito c’è rabbia, ribellanza di tutto.

09 Maggio 2016 | di

Pagine